MYNER’S PRINCIPLES

Procedure decisionali efficaci
Le decisioni dovrebbero essere prese unicamente da persone o organizzazioni con le capacità, le informazioni e le risorse necessarie per assumerle efficacemente. I consiglieri (trustees) delegati a prendere decisioni di investimento, devono avere sufficienti capacità tecniche per valutare criticamente ogni consulenza ricevuta. Gli amministratori (trustees) dovranno assicurarsi di avere personale interno sufficiente per supportarli nelle responsabilità di investimento. Inoltre, gli amministratori dovranno ricevere un compenso, a meno che vi siano specifiche ragioni in contrario.
E’ buona regola che il consiglio di amministrazione abbia un sottocomitato di investimento che fornisca l’appropriato livello di focalizzazione.
I consiglieri dovranno valutare se dispongono dell’insieme necessario di capacità, individuali e collettive, delle strutture e delle procedure per adempiere il loro ruolo in modo efficiente. I consiglieri dovranno redigere un business plan rivolto al futuro.


Obiettivi chiari
Gli amministratori dovranno individuare un obiettivo di investimento del fondo, che:
  • al loro migliore giudizio rappresenti ciò che è necessario per soddisfare gli impegni (passività) del fondo, data la loro conoscenza dei versamenti (attività) che probabilmente il fondo riceverà dagli iscritti; e
  • tenere in debita considerazione la propria propensione al rischio, e specialmente la propria disponibilità ad accettare perdite dovute alle condizioni di mercato.
Gli obiettivi del fondo non dovrebbero essere espressi in termini che non hanno relazione con le passività del fondo, come il confronto con le performance di altri fondi o l’indice di mercato.


Focus sulla Asset Allocation
Le decisioni di Asset Allocation strategica dovrebbero ricevere un livello di attenzione (e dove richiesto, anche i compensi per i consulenti) che rifletta pienamente il contributo che possono dare al raggiungimento degli obiettivi di investimento del fondo.
I responsabili delle decisioni dovranno considerare una gamma completa di opportunità di investimento, non escludendo alcuna asset class, compreso il private equity. L’Asset Allocation dovrebbe riflettere le caratteristiche di rischio/rendimento e gli obiettivi del fondo, e non la media delle Asset allocation degli altri fondi.


Consulenza esperta
I contratti per i servizi attuariali e di consulenza per gli investimenti dovranno essere aperti ad offerte distinte, e basati su compensi fissi piuttosto che provvigioni percentuali. Il fondo deve essere preparato a pagare compensi sufficienti per attrarre una vasta gamma di fornitori potenziali.


Mandati espliciti
Gli amministratori dovrebbero concordare con i gestori, interni ed esterni, in forma scritta ed esplicita un mandato riguardante gli accordi tra amministratori e gestori relativi a:
  • un obiettivo di investimento, i benchmarks e i parametri di rischio che insieme a tutti gli altri mandati siano coerenti con l’obiettivo e la tolleranza al rischio dell’intero fondo; e
  • L’approccio del gestore per tentare di conseguire l’obiettivo; e
  • un chiaro programma temporale di misurazione e valutazione, con l’intendimento che il mandato non potrà cessare prima della scadenza programmata, a meno che non vi siano state evidenti inadempienze nell’eseguire il mandato o per evidenti modifiche della proprietà o del personale del gestore.

I mandati non dovrebbero escludere l’utilizzo di alcuno strumento finanziario, senza una chiara giustificazione dovuta alle specifiche condizioni del fondo.
I mandati dovrebbero fissare una commissione di gestione comprensiva di ogni ricerca esterna, dei servizi di informazione o transazione acquisiti o utilizzati dal gestore del fondo, puttosto che questi vengano addebitati ai clienti.


Attivismo
L’accordo con il gestore dovrebbe comprendere il principio del US Department of Labor Interpretative Bulletin relativo all’attivismo. I gestori dovrebbero avere una strategia esplicita, che illustri le circostanze in cui interverranno in una Società partecipata; il metodo che useranno per fare questo; e come misureranno l’efficacia di questa strategia.


Benchmark appropriati
Gli amministratori dovrebbero:
  • considerare esplicitamente, nel confronto con i gestori degli investimenti, se gli indici di riferimento che hanno selezionato sono appropriati; in particolare, se la costruzione dell’indice genera incentivi per seguire strategie di investimento sub-ottimali;
  • se fissano dei limiti sulla divergenza dall’indice, accertare che i limiti riflettano le approssimazioni implicite nella costruzione e selezione dell’indice;
  • considerare esplicitamente per ogni asset class, se sia più adatta la gestione attiva o passiva data: l’efficienza, la liquidità ed il livello dei costi di transazione nel mercato interessato; e
  • dove ritengono che la gestione attiva abbia il potenziale per realizzare rendimenti superiori, gli amministratori dovrebbero fissare gli obiettivi ed i controlli del rischio che riflettano questa scelta, lasciando ai gestori la libertà di perseguire una strategia genuinamente attiva.

Misurazione delle performance
Gli amministratori dovrebbero provvedere alla misurazione della performance del Fondo e alla formale valutazione delle procedure e decisioni prese come amministratori. Inoltre, dovrebbero provvedere alla formale valutazione della performance e delle decisioni delegate a consulenti e gestori.


Trasparenza
Una forte Dichiarazione dei Principi di Investimento dovrà stabilire :
  • chi prende quali decisioni, e perché si è scelta questa struttura;
  • gli obiettivi di investimento del fondo;
  • l’Asset Allocation Strategica pianificata del fondo, completa dei rendimenti attesi di ogni asset class, e la metodologia usata per definirla;
  • gli accordi esistenti con i consulenti ed i gestori, e
  • la struttura di remunerazione dei consulenti e dei gestori, e perché è stata scelta questa struttura

Informazione (reporting) regolare
Gli amministratori dovrebbero pubblicare la Dichiarazione dei Principi di Investimento ed i risultati delle valutazioni dei consulenti e dei gestori, e fornire queste informazioni annualmente a tutti gli iscritti. Gli amministratori dovrebbero motivare perché hanno deciso eventuali deroghe ad alcuni principi della Dichiarazione.




Myner’s principles: tratti dallo studio ‘Istitutional Investment in the United Kingdom: a review’ (Myner’s Report) commissionato dal Ministero del Tesoro inglese al prof. Myner (disponibile sul sito http://www.hm-treasury.gov.uk /media/2F9/02/31.pdf)





















Avvertenze Legali ~ © Copyright 2004 MangustaRisk Ltd. ~ Tutti i diritti riservati